Un graffio a … Mario Dutto

Il dirigente scolastico regionale Mario Dutto comunica che 400 minorenni figli di islamici integralisti residenti a Milano frequentano un istituto fantasma in via Quaranta a Milano, al di fuori di ogni regola. I genitori si rifiutano di farli studiare nelle scuole italiane, perchè non vogliono l’integrazione.

Che cosa fa il brillante dirigente Dutto? Apre una classe presso l’Istituto statale Agnesi, riservata ai giovani islamici che potranno così conservare le loro usanze: lezioni in arabo, donne velate, feste religiose musulmane.

Le ragioni: “peggio permettere a 400 ragazzi di studiare in un Istituto fantasma”.

L’ipotesi di far rispettare le leggi italiane, cioè chiedere a magistratura e forze dell’ordine di chiudere l’istituto fantasma e denunciare i genitori di quei giovani in età di scuola dell’obbligo, non l’ha neppure sfiorato.

Meglio creare un nuovo ghetto, con il beneplacito di ghettizzatori e ghettizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *